Contratto di conto corrente


Il conto corrente bancario è originato da un contratto, un accordo scritto, sancito tra due parti (cliente e banca), e che consiste in una serie di condizioni (contrattuali) di cui la banca ne richiede il rispetto e che il cliente accetta per usufruire del servizio.
Da questa definizione ne deriva che il contratto deve riportare tutto ciò che è fondamentale per la prosecuzione del rapporto stesso: costi di ogni singola operazione bancaria, commissioni varie, clausole vessatorie, interessi corrisposti, ecc.
Il cliente ha diritto (sia che si tratti di banca online sia che si tratti di banca tradizionale) di poter avere a consultazione una copia del contratto, in modo da poter leggerlo con attenzione prima di stipularlo.
La garanzia che la banca non tenti “brutti scherzi” è ancora più corroborata se l’istituto di credito prescelto aderisce ad un programma di tutela del cliente tipo “patti chiari”, in questo caso i contratti vengono visionati già a monte e non possono contenere clausole eccessivamente vessatorie per il correntista.

Comments are closed.