Tipologie Internet Banking


Nel panorama nazionale, si possono individuare tre differenti tipologie fondamentali di Internet banking.
Tipo “Informativo”: è il livello più elementare dell’Internet banking.
In pratica la banca mette a disposizione del cliente solamente le informazioni basilari relative ai rapporti intranneuti (esempio: lista movimenti di conto corrente, saldi, ecc.) o la commercializzazione di propri prodotti e servizi. Questo livello di servizio di Internet banking può essere fornito dalla stessa banca online o da terze parti. In determinati istituti è prevista anche la modalità di comunicazione tramite email. In questo caso è importante fare attenzione al fenomeno del phishing (truffa tramite mail).
Tipo “Transazionale”: questo tipo di servizi bancari online permette l’interazione tra il sistema bancario ed il cliente.
In pratica i clienti sono autorizzati anche ad eseguire operazioni di addebito/accredito. Il rischio di questa tipologia di configurazione è sicuramente superiore rispetto allo scenario descritto precedentemente, ed implica pertanto l’adozione di opportuni controlli in grado di prevenire, monitorare e registrare eventuali attentati o accessi non autorizzati. Questo sistema possiede il più alto livello di rischio e l’architettura sottostante deve poter garantire i controlli più stretti. Il cliente ha sostanzialmente il libero accesso nei bonifici, nelle bollette, nel trasferimento dei fondi, ecc. Un profilo di questo tipo comporta per la banca online la messa in pratica di standard di sicurezza particolarmente elevati.
Tipo “Trader”: questo tipo di servizi bancari online consentono un grado di interazione con il sistema bancario ancora più elevato rispetto al profilo “comunicativo”. In poche parole i clienti potranno disporre anche operazioni di trading online, quindi operare in borsa. Il rischio patrimoniale connesso a tale profilo è elevatissimo.


Comments are closed.