Conto corrente bambini


Molti istituti di credito hanno allargato notevolmente la fascia d’età di riferimento dei propri conti correnti bancari proponendo offerte anche per chi non ha ancora raggiunto la maggiore età ma a cui è permesso di spendere liberamente delle somme di denaro. Per i bambini da 0 a 12 anni, in pratica non si tratta di veri e propri conti correnti bancari ma più che altro di libretti di risparmio (senza spese e/o bolli statali) che danno diritto ad una serie di agevolazioni aggiuntive. La fascia di età appena superiore è quella che va dai 13 ai 17 anni per la quale sono stati pensati dei conti correnti di deposito gratuiti con operazioni illimitate e la possibilità di effettuare le varie operazioni allo sportello, di effettuare prelievi tramite carta bancomat e di usufruire dei servizi più richiesti come la ricarica telefonica; generalmente viene anche emessa una carta ricaricabile per acquisti via internet.
Per entrambe le tipologie di conto corrente bancario sono spesso collegate possibilità di richiedere finanziamenti agevolati, polizze assicurative e in più tante possibilità di sconto sull’acquisto di libri e altri prodotti. Il tasso attivo offerto da questo tipo di soluzioni si colloca attorno al 3%.

Comments are closed.